Concimi e prodotti per l'Agricoltura Biologica

3 consigli per organizzare bene l’orto

 

1) Esposizione al sole

Tutte le colture da orto prediligono l’esposizione soleggiata (pieno sole)

orto sole

Le foglie di una pianta hanno il compito di provvedere al processo naturale della fotosintesi e le possiamo paragonare ad un pannello solare naturale. L’energia del sole viene immagazzinate sotto forma di sostanze zuccherine (libereranno energia quando serve)  “immagazzinate” nei fusti, nelle radici e nei frutti che poi noi mangeremo.

Più sole le foglie prenderanno più i nostri frutti e vegetali saranno buoni!

E’ bene quindi disporre l’orto in maniera tale da garantire la massima esposizione al sole da parte delle colture; evitando ombreggiamenti. E’ per questo motivo che le colture orientate da nord verso sud sono preferibili, hanno la maggior esposizione anche in caso di coltivazioni rampicanti evitando il reciproco ombreggiamento.

 

2) Prose come Bancali

Un buon metodo per preparare le prose (il pezzo di terra dove andranno piantati i nostri vegetali) è quello dei bancali.

Il bancale è alto 30-50 centimetri è largo 100-120 centimetri e lunghe a discrezione della superficie a disposizione (un classico è 4 metri di lunghezza) e si affianca ad un altro bancale lasciando uno spazio di passaggio di 50-60 centimetri.

Questi “cumuli di terra” ben preparati sono il miglior letto per le nostre colture, consentono una manutenzione un pò meno faticosa e mettono al riparo le piantine, specialmente dopo i trapianti e di fronte agli acquazzoni e ai ristagni.

Ricordiamo che devono essere posizionati da nord a sud.

 

3) Rotazione

Una pratica agronomica, tramandata sin dall’antichità, per mantenere viva la fertilità del suolo è la rotazione.

best-vegetable-garden-layout-pictures

Si tratta di raggruppare le colture per esigenze simili e alternarle a cicli annuali in modo da evitare l’impoverimento progressivo del suolo.

Occorre “dividere” l’orto in quattro e per ogni quarto destinare una coltura.

1)    Solanacee da frutto (pomodori, melanzane,  peperoni, etc)

2)    Leguminose (pisello, fagiolo, fava, etc)

3)    Insalate o specie a foglia (lattughe, cicorie, spinacci, etc.)

4)    Tuberi o bulbi (ravanelli, carote, patate, etc.)

Proseguire tutta la stagione rispettando questa divisione e ricordarsi l’anno successivo di scalare i quarti di una postazione: 1 con 2, 2 con 3, 3 con 4 e 4 con 1.

Nel corso dei tre anni in cui il terreno è lasciato riposare da una specifica coltura recupererà abbondantemente i sali, i microrganismi e la struttura necessari ad ospitare nuovamente la coltura di partenza.

Articolo scritto dall’esperto in orticoltura Mauro Anelliper conoscerlo meglio clicca qui.

 

kit-obbistica-plusBioline ha 2 linee di concimi biologici, PLUS e VEGETALE.

PLUS promuove maggiormente la crescita della pianta e dell’apparato vegetativo, la parte verde della pianta. Puoi usare questa linea per avere insalate, spinaci, bieta, basilico, salvia, rosmarino, sedano, ecc.. straordinari, voluminosi e buoni.

VEGETALE per la crescita di frutti, ortaggi e fiori. Utilizzando questa linea otterrai dei buonissimi pomodori, peperoni, melanzane, zucchine, carciofi, ecc… così come fragole, ciliegie, e frutti in generale.

Le linee possono essere mescolate assieme per spingere entrambi le parti delle piante. Per saperne di più clicca qui…

Download PDF
condividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

Una risposta a 3 consigli per organizzare bene l’orto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *