Concimi e prodotti per l'Agricoltura Biologica

Meglio prato pronto o seminato?

Chi decide di avere un bel prato verde sul quale scorrazzare spesso si pone questa domanda, meglio prato pronto o seminato? Ma andiamo a vedere quali sono le differenze per aiutarvi a scegliere.

prato al sole

Prima di seminare o posare il prato, dobbiamo preparare la nostra superficie. La preparazione del terreno è uguale sia per la semina che per la posa delle zolle di prato pronto, si inizia diserbando con  con l’acido pelargonico (un diserbante totale naturale), poi il terreno viene fresato e livellato, dopodiché si potrà procedere con la semina o la posa dei rotoli. A breve pubblicheremo un articolo sulla preparazione del terreno.

Meglio prato pronto o seminato? Vediamo le differenze:

prato-seminato

Prato seminato:

  • consigliabile seminarlo a fine estate, evitando la competizone con le infestanti;
  • irrigazioni abbondanti all’impianto e comunque molto delicato in fase di crescita;
  • effetto non bellissimo per almeno sei mesi
  • difficile in caso di scarsa manualità, quindi scarsa copertura nella semina;
  • se fatto nel periodo sbagliato, ad esempio in estate, avrà un’alta competizione con le infestanti;
  • se bagnato con “violenza” si potrebbero creare spostamenti del seme e quindi buchi;
  • si può calpestare in modo pesante senza arrecare danni dopo quasi un anno dalla semina.
  • economico;

prato-pronto

Prato a zolle (pronto da stendere):

  • si posa tutto l’anno;
  • irrigazioni abbondanti durante la posa e ridotte nel giro di 15 giorni;
  • effetto esteico piacevole sin da subito;
  • abbastanza semplice da posare anche per i meno esperti;
  • quasi del tutto nulla la competizione con le infestanti;
  • calpestio praticamente immediato e comunque intenso dopo 15 giorni;
  • costoso rispetto alla semina, ma se ben posato non necessita’ ritocchi;

Alla fine la risposta alla domanda: meglio prato pronto o seminato a questo punto sta a voi, se l’idea di rotolarvi immediatamente in un morbido prato vi alletta non ci sono dubbi, la posa delle zolle è la soluzione ideale, se invece la pazienza non vi manca senza dubbio la semina è  la direzione da seguire.

 

Prato-Verde-500-grammiPer un prato bello e rigoglioso Bioline suggerisce l’utilizzo del concime biologico Prato Verde, indicato come concimante e rinverdente nelle fasi di mantenimento e crescita dei tappeti erbosi. Maggiori informazioni le trovi cliccando qui.

 

Articolo scritto dal giardiniere professionista Sandro DegniPer conoscerlo meglio clicca qui.

Download PDF
condividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *